Open Data: Le PA devono rendere disponibili i propri dati online

Open Data: Le PA devono rendere disponibili i propri dati online

Opportunita’ per i cittadini, obblighi per le PA

Il Decreto Legislativo 179 del 2012, convertito in legge n. 221 del dicembre 2012 afferma che dal 19 marzo 2013 i dati presenti su Internet possono essere utilizzati da chiunque anche a scopo commerciale.

Questo è una evidente opportunità per i cittadini e per le imprese, ma corrisponde ad alcuni obblighi che le Pubbliche Amministrazioni devono assolvere per rendere questi dati disponibili.

open_data

Intervista a Lorenzo Benussi della task force per le Politiche Digitali

Dalla trasmissione 2024 su Radio24 del 23 marzo 2013 condotta a Enrico Pagliarini, intervista a Lorenzo Benussi che fa parte della task force del ministro Profumo per le Politiche Digitali

Enrico Pagliarini: Significa che tutte le PA devono rendere disponibile online i propri dati?

Lorenzo Benussi: Si esattamente. Viene introdotta con questa norma una innovazione di processo che obbliga le amministrazione ad adottare nel tempo un processo che permetta di rendere disponibile su Internet i dati che le PA producono, che come possiamo immaginare siano moltissimi, dai dati sul traffico ai dati di anagrafe ai dati sulla cultura

open_data_tasto

ALCUNI ESTRATTI DELLA NORMA

D.L  18 ottobre 2012, n. 179  “Ulteriori misure urgenti per la crescita del Paese”

Art.9 Dati di tipo aperto e inclusione digitale

Comma 1 a)

[…] Entro 120 giorni dall’entrata in vigore del presente decreto-legge, le oubbliche amministrazioni pubblicano sul proprio sito web, all’interno della sezione «Trasparenza, valutazione e merito» i regolamenti che disciplinano l’esercizio della facoltà di accesso telematico il riutilizzo, compreso il catalogo dei dati e dei metadati in loro possesso.

Comma 9.

L’inosservanza delle disposizioni del presente articolo, ivi inclusa la mancata pubblicazione degli obbiettivi di cui al comma 5:

a)     È rilevante ai fini della misurazione e della valutazione, della performance individuale dei dirigenti responsabili

b)     Comporta responsabilità dirigenziale e disciplinare ai sensi degli articoli 21 e 55 del d.l. 30 marzo 2011, n165 e successive modificazioni, ferme restando le eventuali responsabilità penali e civili previste dalle disposizioni vigenti.

SOLUZIONE

Forti dell’esperienza maturata nell’ultimo anno, Vivido ti mette a disposizione una piattaforma per pubblicare in formato Open Data le tue informazioni, ed assolvere così agli obblighi di legge.

Il tutto in modo semplice e rapido e soprattutto a costi bassi e con modalità di pagamento compatibili con le esigenze di bilancio ed i tempi delle PA.

Contattaci

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *