OpenData e PA: diritti del cittadino e obblighi/sanzioni per i dirigenti

OpenData e PA: diritti del cittadino e obblighi/sanzioni per i dirigenti

Per dar seguito al precedente post dal titolo “Open Data: Le PA devono rendere disponibili i propri dati online” oggi Il Sole 24 ORE pubblica un articolo dal titolo Diritto di accesso alla portata di tutti che in modo chiaro definisce che qualsiasi cittadino può far presente al Responsabile della Trasparenze che una PA non ha pubblicato sul proprio sito i dati in formato Open come descritto nel testo di legge.

L’amministrazione segnalata è tenuta a rispondere entro trenta giorni, mettere i dati online e informarne il richiedente.

Altrettanto interessante è l’aspetto delle sanzioni che dovrebbero garantire l’efficacia della norma e che prevedono :

un meccanismo duplice: da una parte le sanzioni che colpiscono i dirigenti colpevoli tagliando gli accessori alla retribuzione. come i bonus legati al risultato, dall’altra, sanzioni mirate, con il pagamento di cifre che oscillano dai 500 a 10mila euro e capaci di innescare conseguenze amministrative

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *