Social Media Week 2013 RT @SMWMLN Chi non share scagli la prima pietra

Social Media Week 2013 RT @SMWMLN Chi non share scagli la prima pietra

Oggi è stato il primo giorno della settimana più social che mai grazie all’evento Social Media Week 2013 la cui versione italiana ha come location Palazzo Marino di Milano.

Un evento per cui non ci sono abbastanza  “+1” “Mi Piace” o “Retweet” per trasmettere l’importanza del prendere in esame il livello di influenza dei social media nella cultura e l’economia di questo mondo 2.0 🙂

Noi di Vivido abbiamo avuto il piacere di assistere all’evento grazie all’ottimo live streaming, ma è stato altrettanto piacevole seguire la “diretta live” su Twitter (hashtag #SMWMilan). Qui abbiamo scoperto che con noi seguiva l’evento il nostro amico Antonio Marino (aka @1antoniomarino) di cui, visto che in questo primo giorno si è parlato molto di condivisione e collaborazione, ci piace riportare alcune riflessioni:

Antonio Marino: “Per chi ancora non ne fosse convinto, la Social Media Week consacra ancora una volta Milano come capitale italiana dell’economia. O meglio, della nuova economia.

A pensarla come me è Davide Corritore – Direttore generale del Comune di Milano – che, per primo, prende la parola durante la cerimonia di apertura:

«Dobbiamo essere ben consapevoli che si è concluso un ciclo economico e ne sta per cominciare un altro».

Quest’ “altro” ciclo economico è basato, per l’appunto, sulla condivisione, intesa come co-partecipazione di più utenti alla creazione di un certo prodotto/servizio. «Una nuova economia, basata sulla condivisione dei comportamenti», per usare le parole del Direttore.

Non è un caso, a mio parere, che la crisi economica – e non solo – che il pianeta sta attraversando coincida con la crescente voglia di condivisione delle persone, con la sempre più ingombrante volontà di “sbattere in prima pagina” i propri stati d’animo e le proprie paure.

La società sta cambiando e, con essa, il ruolo del consumatore. Grazie ad Internet, il rapporto tra consumatore ed azienda cambia, diviene paritario e ciò è reso possibile dal fatto che il nuovo consumatore può relazionarsi e consultarsi con altri consumatori su un determinato prodotto, senza che il rapporto tra essi sia mediato dall’azienda che lo produce.

Ciò rende obsoleto lo stesso termine “consumatore”, tanto che oggi diviene molto più adatto il neologismo “prosumer” – commistione tra “consumer” e “productor” (chi, costantemente, per lavoro o, come me, per passione incontra parole come “maker” sa di cosa parlo).

Naturalmente, il discorso è di gran lunga più ampio – ed io ho dedicato circa 200 pagine – ma questo breve inciso ci da un’idea di quanto sia importante, in tale momento storico, un incontro esclusivamente dedicato ai Social Media e alla condivisione.”

I punti focali sono, dunque, Social Media e condivisione. Fattori che hanno reso possibile l’incontro virtuale tra Antonio Marino e Luca Deriu, avvenuto martedì 5 Febbraio su Twitter. In quella data Antonio era a Milano, impegnato a partecipare come finalista del concorso “App to You” indetto da Microsoft, in collaborazione con Wired.

 

Per chi vuole seguire con noi questo evento vi segnaliamo questi link:

l’hashtag di twitter #SMWmilan
la diretta streaming
il programma dell’evento 

Amici lettori, cosa ne pensate di questo evento?

 

Credits: Antonio Marino per aver accettato subito nel condividere con noi le sue preziose considerazioni. Attualmente Antonio è impegnato nella pubblicazione di un trattato sul rapportro tra Social Media, Flash Mob e Marketing non-convenzionale.
                Pietro Vaccarello per avermi insegnato ancora una volta come migliorare la composizione e la struttura del post 🙂

UX Designer for passion & Team Leader @Vivido Srl. Life is too short for learn all.. why not combine our knowledge?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *